Archivi categoria: Vivere

Come essere felici: un nuovo approccio al tempo

felicità

Nelle ore in cui scrivo, i tanti auguri di buon anno ricevuti e fatti fungono da potenti stimoli che mi spingono a pensare ad aspetti legati all’impostazione della mia vita, alle aspettative e al modo di condurla: siamo tutti intenti ad augurarci, forse con un surplus di retorica, un’esistenza felice, ma allo stesso tempo ci chiediamo continuamente – come esseri fallibili dinnanzi a quel mistero grande e profondo che è il nostro compierci – come questa felicità possa permanere in noi nella quotidianità e aldilà di singoli momenti.

Molti hanno detto e parlato a questo proposito, e non vorrò di certo essere io l’ultimo profeta naif ad aprire il discorso: tuttavia ritengo che cogliere i consigli dello psicologo sociale italo-americano Philip Zimbardo possa essere buona scelta per inserirsi proprio sulla strada giusta di un sano appagamento.

Zimbardo brevemente conferisce sul paradosso della prospettiva temporale, e ci suggerisce, in fondo, qual è il migliore tra i possibili modi di vedere il nostro tempo, che è poi la nostra vita stessa: la ricetta giusta consisterebbe nel cogliere principalmente i frutti positivi del passato, vivere moderatamente il presente in prospettiva edonistica, e nelle stesse, relative quantità, guardare al futuro con grazia, puntando una discreta parte delle nostre risorse sul lungo termine.

Continua a leggere

Tag , , , ,

Domani il male finirà

spighePreparatevi, preparatevi tutti: utilizzate gli ultimi sprazzi di cattiveria che avete in corpo, concentrate tutta la rabbia dentro di voi, tirate fuori tutti i progetti di vendetta che avevate fatto, lagnatevi immediatamente per tutto ciò che vedete storto. Fatelo subito, fatelo ora!

Si, perché domani il male finirà. Domani tutto ciò che è stato male andrà via: le tentazioni di prevaricazione, la prepotenza, l’odio verso il prossimo, il degrado sociale, culturale, sanitario ed economico, il razzismo, i pregiudizi, la tristezza, la violenza, l’invidia, la gelosia,la superbia, il falso amore, le ipocrisie, le ingiustizie e falsità, la corruzione, l’indifferenza, i dubbi, i tradimenti, ogni forma di accidia e le finte comprensioni non ci saranno più. Niente di niente. Estinte!

Prepariamoci ad un mondo diverso, ad un mondo nuovo, ad un mondo di bene, di uguaglianza, di rispetto reciproco, di amore, di giustizia, di onestà, di fratellanza, di comprensione, di compassione, di amicizie, di fedeltà, di generosità, di cura scambievole, di gioia, di idee chiare, di coraggio, di benevolenza, di condivisione.

Si, perché domani sarà veramente un giorno migliore, e tutto ciò che ci preoccupa, ci annoia, ci tormenta o semplicemente ci infastidisce non ci sarà: vivremo nella paradisiaca realtà della pace, fisica e materiale, e nulla ci turberà davvero: piccole stelle scenderanno dal cielo per portare la luce che illuminerà liddove c’è tenebra, e tutti i bui della nostra vita, del nostro io singolare e collettivo, tutti i bui di questa civiltà spariranno, annientati dalle logiche del bene, logorati dalla potenza salvatrice che cambierà il mondo.

Il male, commisto ad una piccola parte di ognuno di noi, alla più triste, sarà costretto a cercare un’altra casa, ed avuta risposta negativa ad ogni portone, sarà costretto a dire basta, a finirsi da solo, trafitto da una spada tagliente del perdono che nulla perdona.

Continua a leggere

Tag ,

Fare il bene dà fastidio alla gente

fare bene

Questa sera, a seguito di una giornata molto stancante, rifletto – incentivato da un fatto di cronaca locale – sul bene e sulle conseguenze che esso porta in particolar modo a chi il bene, appunto, lo fa.

Ci si aspetterebbe, come da logica, che a fare il bene si riceva del bene,  o che comunque – più egoisticamente – ci si senta meglio. Ma invece non è così, e lo sappiamo un po’ tutti: fare il bene non solo costa fatica, rinunce, sforzo, sacrificio, ma costa anche tanto male.

Il bene torna immancabilmente come male. Sempre. E la fatica si moltiplica esponenzialmente, perché oltre a combattere per mettere un po’ di dorato ordine alle cose del mondo, ci si ritrova a dover trovare le forze per opporsi a tutte le insidie che ci vengono contro.

Continua a leggere

Tag

Avere pazienza è difficile

luna-1

La famiglia, le amicizie, i conoscenti, i colleghi, gli amici degli amici, la signorina che ti sveglia alle tre del pomeriggio per appiopparti un’offerta Infostrada. Ma tu, anche volendo, hai già Infostrada :D.

E’ una lotta continua, e la verità è che non si finisce mai di combattere. La verità è che esiste imperterrito un flusso continuo, inesorabile, che minaccia i nostri equilibri e che porta a turbamenti che sai quando iniziano, ma non sai quando finiscono.

Il senso di inquietudine profondo di certi avvenimenti ferisce. E la nostra stabilità mentale e il nostro buonumore (o, se va peggio, il nostro proposito di essere di…) vengono praticamente abbattuti da un treno in corsa. Avete presenti quei grossi treni merce americani? 😀

Continua a leggere

Tag