L’impatto economico del raffreddore

raffreddore

Cazzo! Mi è venuto il raffreddore: sono entrato all’università nel primo pomeriggio e non ce l’avevo, e qualche ora dopo, al termine di ogni lezione ed anche della mia giornata “produttiva”, me lo son ritrovato addosso dopo aver constatato un indiscusso senso di spossatezza, oltre che un naso ormai colante.

Bene, sono sicuro che siano cominciate le edizioni straordinarie su ogni tg, anzi a reti unificate, per la faccenda. Che equivale a dire che si, lo so che sta cosa non fotte a nessuno. Ma – siccome nessuno mi legge – l’ho detta lo stesso. E aggiungo anche un altro po’ di roba.

Vi siete mai chiesti cosa ci sia dietro un banale raffreddore? Scientificamente, sicuramente un Rhinovirus, che crea alterazione delle prime vie respiratorie e tutti i soliti sintomi (starnuti, abbandonante muco, mal di gola, mal di testa, flogosi – “Che cazz’è? Significa “infiammazione”, ebete!” – al naso, etc.).

Ma ECONOMICAMENTE? Quanto costa al mondo la malattia più comune (e probabilmente “innocua”) del mondo? Dì la verità, non te l’eri mai chiesto! Per la verità neanche io prima di leggerlo su internet!

Secondo Wikipedia e le sue fonti, il raffreddore costa solo negli Stati Uniti una roba come 7,7 miliardi di dollari solo in visite mediche, ed oltre 3,3 miliardi in farmaci da banco per la cura diretta e per quella dei fenomeni sintomatici ad esso associati!

Una roba, quindi, come 11 MILIARDI DI EURO nei soli (e soliti!) Stati Uniti, senza considerare però le dirette conseguenze implicate nella faccenda: il raffreddore fa perdere, oltre che soldi, anche giorni lavorativi ai dipendenti per un totale di 150 milioni di giornate ogni anno, che in ore sono fanno oltre un miliardo, per – quindi – arrivare sempre ai soldi. Più di 20 miliardi di dollari all’anno. Minchia!

E questo, ancora, senza contare i giorni presi per assistere parenti (figli in primis), e i giorni in cui anche i giovani – da sempre veicolatori, in determinate categorie di commercio, di denaro – sono costretti a rimanere a casa, magari saltandosi la scuola con un buona scusa, non vi pare?!

Solo negli Stati Uniti, eh. Una Nazione tra tante, e neanche la più grande. Cazzarola, e quanto ci costa ‘sto raffreddore, parlando sempre in termini meramente economici, senza calcolare gli effetti che ha sulla salute fisica e psicologica, e su tanti fattori di rendimento che non sto qui ad elencare tutti.

Una roba immensamente immensa! Mamma mia!

E niente: allora laviamoci le mani più spesso, cerchiamo di non sudare, di non frequentare posti ad alta pericolosità patogena, mangiamoci due mandarini per assumere vitamina C. E le solite robe!

Ecco l’effetto che ha su di me un raffreddore. Un altro post della minchia partorito dalla mia mente perversa! Tanto vale conveniva farmi stare bene, non vi pare? 😀

Tag , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.